La brava baby sitter

scritto da alessandro il 4 gennaio 2003 Commenti 0 Leggende del quotidiano

Due ragazze parlano ad alta voce sull'autobus o sulla metropolitana delle loro esperienze come baby-sitter. Si scambiano impressioni sui problemi che hanno avuto nel rapporto con i bambini e si confidano i trucchi del mestiere. Una chiede all'altra cosa fa quando i bambini piangono: "Ma come diavolo riesci a farli smettere, una volta che hanno iniziato?". "Oh, non è un problema" risponde l'altra. "Apro il gas nel forno e tengo dentro la testa del bambino fino a quando non dorme".

Brunvand cita versioni che risalgono addirittura agli anni Venti e al decennio successivo. La datazione più vecchia è confermata anche da una maggiore diffusione in quel periodo di forni a gas, come anche dal fatto che in alcuni casi le persone che venivano sentite mentre parlavano della cura dei bambini erano le donne di servizio di famiglie facoltose.  Esiste una serie notevole di leggende metropolitane che hanno per protagoniste le baby-sitter americane. Da quelle che, per asciugare i pargoletti li infilano nel forno a microonde, a quelle che, rimaste sole in casa, subiscono attentati da parte di maniaci omicidi. La morale dietro a queste vicende suona come un monito per i genitori a non lasciare i bambini con persone sconosciute. urioso è qui analizzare come queste storie si siano diffuse nel nostro paese. In Italia, il lavoro di baby-sitter non è molto comune, poiché in genere i genitori preferiscono lasciare i propri figli nelle mani di un parente, o al massimo di un amico. Ecco quindi che la baby-sitter diventa la madre stessa del bambino. Nel caso specifico di questa leggenda, però, la leggenda si è diffusa anche mantenendo la sua ambientazione americana, importata attraverso media come il cinema.

Commenti

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in