Prestazione da Super Eroe

scritto da alessandro il 5 settembre 2003 Commenti 1 Leggende del quotidiano

"E' notte fonda. "Aiuto, sono in trappola!" Si sente gridare da una camera d'albergo. Le grida svegliano i vicini di camera, e intervengono anche i portieri dell'hotel. Nessuno dei presenti avrebbe previsto la scena che si sarebbe presentata a loro di lì a poco. Sfondano la porta, e trovano la moglie legata al letto e imbavagliata, completamente nuda. E suo marito svenuto sul pavimento di fianco al letto, con indosso un costume da Uomo Ragno. Pare che per uno strano gioco erotico fosse salito sull'armadio, e poi abbia tentato di lanciarsi sul letto per liberare la bella prigioniera. Nella traiettoria tra l'armadio e il letto ha però incrociato un ventilatore a pale. Acceso. E facendosi molto male."

Ennesimo incidente che deriva dalla vita di coppia. Stavolta il bersaglio sono le fantasie erotiche, spesso così strane e assurde secondo i "tradizionalisti". La leggenda è famosa un po' ovunque in occidente, le uniche differenze riguardano il luogo (spesso è un albergo, ma anche un appartamento) e il costume (Uomo Ragno, Bat Man, Super Man, etc.) che comunque rappresenta sempre un super eroe. E proprio qui sta il nocciolo della questione. La vita normale è monotona, è noiosa, e anche la vita amorosa. Ci vuole qualcosa di nuovo. Ci vorrebbe un super eroe. Ed ecco intervenire l'uomo intraprendente ma un po' pasticcione, che gioca a salvare la bella moglie dalla monotonia e dall'abitudinarietà, ma non è pratico di questo mondo diverso, e così si fa male.

La leggenda suona ammonitrice ma non troppo. E' come se ci volesse dire: "Cercate di cambiare, di rinnovarvi, di fare qualcosa di diverso e di un po' pazzo. Ma attenzione a non esagerare, potrebbe rivelarsi dannoso". Parole Sante.

Commenti

18/12/2010 14:09:51
Qualche anno fa, la sopracitata leggenda metropolitana, si è realmente verificata in Siena; la notizia è stata rilanciata anche dalla stampa locale e, essendo Siena una piccolissima città, si è subito sparsa la voce su chi fosse il protagonista.
L'uomo, un quasi sessant'enne, dirigente di Banca è stato costretto a trasferirsi.
Qualche volta le leggende metropolitane si realizzano per la stupidità della gente.
Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in