Voci e Leggende Metropolitane

scritto da alessandro il 5 settembre 2003 Commenti 0 Approfondimenti

La voci sono particolari tipi di notizie che circolano nel tessuto sociale, o in alcune sue articolazioni attraverso canali di comunicazione informale e che costituiscono, per coloro che entrano in contatto con esse, una indicazione per orientare i propri atteggiamenti e modellare i propri comportamenti verso gli altri. Altri con cui esiste la possibilità immediata, oppure soltanto ipotetica, di stabilire una qualche forma di interazione o di rapporto. Le voci si pongono, per gran parte, come processi e forme di comunicazione non dissimili da quelli che si articolano nelle cosiddette leggende metropolitane, tant'è che sia gli antropologi culturali che gli studiosi della comunicazione hanno usato ed usano i due termini come sinonimi. Esistono, tuttavia, accanto a importanti corrispondenze, anche notevoli elementi di differenziazione.

"Le leggende metropolitane sono dei racconti riconducibili alla sottoclasse delle narrazioni popolari, leggende che - a differenza delle fiabe - possono essere credute o sono credibili e che - a differenza dei miti - sono ambientate in un passato recente ed hanno come protagonisti esseri umani normali anziché antichi dei o semidei. Le leggende sono storia popolare, o quasi. Come tutti i tipi di leggende popolari le leggende urbane acquistano credibilità da particolari specifici di tempo e luogo o da riferimenti a determinate fonti" (J.H. Brunvand, Leggende Metropolitane, 1981).

Come le leggende metropolitane, le voci in quanto racconto, frammento di un insieme dotato di una valenza specifica, ricca di implicazioni organizzative di una realtà sociale e/o di un mondo fenomenico, che si presentano come complessi e spesso contraddittori, in quanto "rivelazione" di un qualcosa, si pongono sia come occasione che come strumento utilizzabili per trovare la collocazione a nuovi eventi che irrompono nel suo orizzonte sociale e cognitivo. Le voci si differenziano dalle leggende metropolitane prima di tutto per il fatto che queste ultime sono prive di una esplicita e immediata funzione di indirizzo operativo, cosa che, invece, è una delle caratteristiche principali della voce.
Questa, come la leggenda metropolitana, passa di bocca in bocca, corre sul filo delle relazioni interpersonali, animata soprattutto dal semplice desiderio di essere ascoltata e raccontata.
Nelle leggende metropolitane è particolarmente forte il piacere di ascoltare e di narrare, di essere destinatari di un racconto e, successivamente, essere fonte dello stesso; è forte in esse la componente della socialità, e in fondo anche di complicità, laddove la voglia ed il piacere di intrattenersi e di intrattenere hanno il sopravvento su altre motivazioni che inducono gli individui a raccoglierle ed a trasmetterle. La leggenda metropolitane, poi, in quanto racconto e non rapido messaggio, assolve meglio alla sua funzione di momento di intrattenimento se possiede tratti e accenti di godibilità narrativa.
Nelle voci è la componete della solidarietà ad essere molto marcata; esse comunicano notizie che hanno valore pratico, che sono, quindi, in qualche modo, finalizzate a fornire un invito, un allarme, una sollecitazione, un aiuto, una difesa. In ragione di questo valore pratico di cui sono portatrici le voci mirano non solo e non tanto ad intrattenere, ma soprattutto, a convincere, a fare proseliti e militanti sicché possano continuare ad essere raccolte e diffuse, anche se non sono corredate da accattivanti forme e percorsi narrativi.

"L'accettazione e la diffusione di credenze, leggende e voci, si basa largamente sul sapore "realistico" e il carattere attuale, contemporaneo delle storie. La varietà di simili narrazioni è notevole. Oltre a episodi notevolmente strutturati e che rappresentano dei "classici" nel loro genere si ritrovano anche delle "piccole" storie, quasi degli aneddoti, che si diffondono con estrema velocità e precisione." (P.Toselli, 1994)

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in