Robert Scott Lazar

scritto da alessandro il 6 settembre 2003 Commenti 0 Guerre e Complotti

Robert Scott Lazar fu ospitato l'11 e il 13 novembre 1989 nella trasmissione di George Knapp, della KLAS di Las Vegas, all'interno di un programma riguardante il fenomeno UFO. Lazar dichiarò di essere un fisico e aver lavorato nel complesso di Nellis, proprio lì sarebbe venuto a conoscenza di grossi segreti militari, ed era pronto a rivelarli a tutti. Lazar aveva collaborato nel 1982 nei Laboratori Nazionali di Fisica di Los Alamos, e asserì di aver lavorato tra il dicembre 1988 e l'aprile 1989 in una zona denominata S-4, 16 km più a sud della vera e propria Area 51. Lì sarebbe venuto a conoscenza di progetti talmente segreti che neanche il Presidente degli U.S.A. ne sarebbe stato al corrente.

Egli affermò che all'interno dell'Area 51 erano in corso progetti su velivoli a propulsione gravitazionale di origine aliena. Lì in un'atmosfera di pressanti controlli e intimidazioni il primo giorno ha dovuto leggere circa 120 documenti sugli UFO: nove astronavi erano cadute in mano alle autorità (non si sa come) ed alcune autopsie erano state eseguite sui cadaveri degli alieni provenienti dal quarto pianeta del sistema stellare binario Zeta Reticuli 2. Il suo compito era cercare di duplicare un reattore alieno il cui sistema propulsivo avrebbe pemesso di manipolare lo spazio-tempo e di rendere invisibili i velivoli.
Il 22 marzo 1989, Lazar, accompagnato da sua moglie, John Lear e Gene Hoff, risucirono a filmare strane luci ellittiche compiere manovre strane sulle Groom Mountains. Nel tentativo di ripetere questa esperienza fu però beccato; dopo alcune minacce da parte dell'FBI fu cancellato tra i collaboratori dell'Area 51.

Uno dei problemi con Bob Lazar è che é sempre stato stranamente difficile reperire tracce del suo background di specializzazioni universitarie e di impieghi qualificati. Tuttavia, la dichiarazione dei redditi del 1989, che Lazar ha esibito, cita un lavoro retribuito, svolto quell'anno in Nevada per i servizi segreti della Marina.
Il modello contiene anche il numero di identificazione di Lazar, comprensivo della sigla «MAJ», che il fisico sostiene di aver avuto quando lavorava ad S-4. L'ufologo Bill Moore, che avversa Lazar, ha avanzato però seri dubbi sull'autenticità di tale dichiarazione. D'altro canto, Lazar é una persona la cui credibilità si presta senz'altro ad essere discussa (non proprio uno stinco di santo, alcuni precendenti alle spalle). Oggi, George Knapp, della KLAS-TV, si chiede se Lazar non sia stato scelto per diffondere certe inverosimili informazioni. Se è così, per disinformare su che cosa?

Tags: , ,

Commenti

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in