Vlad Tepes: il Dracula storico

scritto da alessandro il 9 settembre 2003 Commenti 0 Creature Leggendarie

Nel corso della sua vita, Vlad uccise personalmente, o mandò a morte, almeno 100 mila persone, esclusi i caduti in battaglia, e lo fece quasi sempre ordinando la loro impalatura (Tepes significa appunto "impalatore"). Questo era Vald Tepes (1430-1476), detto Dracula (piccolo drago), principe di Valacchia. Egli non è ricordato solo come un pazzo sanguinario, ma come un vero e proprio eroe dell'indipendenza nazionale della Romania.

Per comprendere però una figura così particolare come quella di Dracula, è necessario riflettere un momento sullo scenario europeo del XV secolo: guerre fratricide, violenze, tradimenti, faide fra i boiardi (i grandi proprietari terrieri), e la pressione ottomana nei Balcani. Il governo di Vlad segnò il passaggio in Transilvania e Valacchia (ovvero la moderna Romania) dallo stato medievale a quello moderno e centralizzato, e diede una nazione a molti popoli dispersi.

Morì combattendo contro l'esercito turco; fu decapitato e la testa portata a Costantinopoli. Venne sepolto nel monastero di Snagov da un gruppo di monaci, e le leggende su di lui proliferarono dappertutto. Durante il suo breve regno versò fiumi di sangue, ma contrariamente al suo alter ego letterario creato da Bram Stoker, non era solito berne; in effetti nessuna leggenda fa del Conte Vlad un vampiro.

Commenti

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in