Esame di Fisica

scritto da alessandro il 5 settembre 2004 Commenti 0 Leggende del quotidiano

I)
Il ragazzo interrogato afferma, in stato confusionale, che l'accelerazione di gravita' vale 9,81 cm al secondo quadro (Invece che 9,81 m/s²). Il Professore gli dice autoritario:"Salga sul tavolo". "Come?" - ribatte il ragazzo. Il professore sicuro: "Salga sul tavolo, prego". Il ragazzo emozionato e intontito dalla pressione da esame sale sul tavolo davanti a una quarantina di persone che seguono l'orale. "Salti!" ordina il professore. Il ragazzo salta giù dal tavolo. Il professore fa uno scatto come fosse stato colto da sorpresa "Ma come? Già e' atterrato?"

II)
Il Professore lancia un mazzo di chiavi in aria (o allo studente) e gli chiede: "Che tipo di moto è questo?". Lo studente afferra le chiavi e le rilancia al Professore, rispondendo: "Lo stesso di questo!".

III)
Premessa.. La formula cinematica della caduta dei gravi è h = -1/2 g t². Il segno di questa formula dipende dal sistema di riferimento che si sceglie. Se non si è coerenti, si rischia di descrivere una situazione in cui lanciando un oggetto esso va spontaneamente verso l'alto.

Il Professore chiede: "Mi scriva l'equazione della caduta dei gravi". L'allievo sbaglia il segno nel suo sistema di riferimento. Il professore lancia il libretto dalla finestra ed esclama: "Ora lo recuperi al piano di sopra e torni il mese prossimo!" .

Versione segnalata da Diego Perin:
Uno studente d'ingegneria a Trieste ad un esame orale di Fisica non si accorge di aver considerato, in un passaggio della sua esposizione, la forza di gravita' con il verso sbagliato, cioe' gli risulterebbe repulsiva anziche' attrattiva. Il professore lo lascia terminare, gli chiede il libretto, ma invece di registrargli il voto lo lancia fuori dalla finestra per poi aggiungere seccato "...e adesso puo' andare a recuperarlo al piano superiore!"

Versione segnalata da Tommaso Raiola:
Una procace studentessa sta affrontando l'esame di Fisica. Il professore le chiede: "Verso quale direzione agisce la forza di gravità, verso il basso o verso l'alto?" La fanciulla, con fare da civetta, dopo essersi guardata un pò attorno, risponde candidamente: "Verso l'alto!". E il professore, afferrando il libretto degli esami e scagliandolo fuori dalla finestra: "E allora questo vada a riprenderselo al piano di sopra!"

IV)
Un professore di Fisica è conosciuto per le sue tremende domande sui flussi. Si racconta che in sede d'esame sia avvenuto il seguente dialogo:
Professore: Immagini di trovarsi su un treno che viaggia a velocità costante, d'estate, senza l'aria condizionata, alle due del pomeriggio. Il finestrino è chiuso e c'è un caldo da scoppiare. Che cosa fa?
Studente: Mi tolgo la maglietta.
Professore: Sì, ma c'è ancora caldo. Che cosa fa?
Studente: Mi tolgo anche i pantaloni.
Professore: Ma c'è ancora caldo. Che cosa fa?
Studente: Potrei anche togliermi le mutande, ma quel finestrino non glielo apro neanche morto!

In alcuni racconti il dialogo avviene al secondo orale dello studente in questione, dopo che la prima volta è stato mandato via proprio per aver sbagliato il calcolo del flusso derivante dall'aver aperto il finestrino. In altri racconti la domanda non è sul flusso dell'aria, ma sulla variazione di entropia derivante dalla diminuzione di temperatura dello scompartimento.

Commenti

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in