Il Ragno nell'acconciatura

scritto da alessandro il 5 settembre 2004 Commenti 0 Leggende del quotidiano

Negli anni'50-'60 andavano di moda certe buffe pettinature, gli "alveari". Si faceva a gara per vedere chi si acconciava i capelli più in alto e chi si spruzzava più lacca. La mia parrucchiera mi ha raccontato questa vicenda, giurandomi che è capitata veramente ad una amica di sua nipote. Questa ragazza si era fissata i capelli così in alto e spruzzata così tanta lacca che non li scioglieva mai, non li pettinava mai, e non li lavava mai. Un giorno, sulla strada per scuola, i suoi capelli sfiorarono una ragnatela. Alcune settimane dopo, durante luna lezione di biologia, iniziò a perder sangue dalla testa. Poco dopo svenne, e fu condotta all'ospedale. Morì nel tragitto. Una colonia di ragnetti le aveva divorato il cervello!

La leggenda, nota soprattutto negli Stati Uniti, muove dal costate timore e diffidenza nei confronti delle mode, soprattutto da parte dei più anziani verso i più giovani. L'acconciatura ad alveare, storicamente esistita e tipica dei giovani degli anni '50, era vista con disprezzo e diffidenza da parte dei più anziani, e la voce in questione è ovvio che nasca come monito ai giovani di non seguire la suddetta moda. Ancora una volta vediamo come la leggenda metropolitana nasca spesso come deterrente verso comportamenti sociali giudicati "sconvenienti".

Commenti

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in