Il Dobermann soffocato

scritto da alessandro il 5 settembre 2005 Commenti 0 Leggende del quotidiano

Una donna è tornata a casa dopo aver fatto spese, carica di pacchetti, e ha trovato il suo dobermann steso sull'ingresso boccheggiante e semisoffocato. Dopo aver lasciato cadere i pacchetti e aver cercato inutilmente di farlo di nuovo respirare, la donna ha caricato in fretta e furia il cane sulla macchina e lo ha portato dal veterinario. Il medico ha dato un'occhiata al cane e ha detto che probabilmente avrebbe dovuto operarlo per eliminare quello che bloccava le sue vie respiratorio, consigliando alla signora di tornarsene a casa. Appena arrivata a casa, la signora riceve la telefonata del medico: "Ora mi ascolti bene - con tono deciso - riagganci il telefono, e corra fuori da casa sua. Vada dai vicini e aspetti lì la polizia". La donna, spaventata, seguì le parole del medico. Il veterinario aveva trovato due dita ficcate nella gola del cane e aveva immaginato che qualcuno avesse cercato di penetrare nella casa della donna durante la sua assenza, quando il dobermann lo aveva attaccato. Forse il ladro era ancora lì.
E infatti lo era, in stato di shock, rannicchiato e sanguinante in un ripostiglio della camera da letto.

La vicenda che sta alla base di questa leggenda è giù presente in altre leggende (come quella dell'assassino sul sedile posteriore). Ciò che rende la storia convincente è innanzitutto il fatto che il dobermann si ritenuto un cane feroce e imprevedibile, sebbene non si capisca perché nella storia si concentri sulle dita anziché sui vestiti dell'intruso. Le varianti riguardano le parti staccate a morsi dal cane (due dita, più dita, una mano intera…) e il nascondiglio dove viene trovato l'intruso (la cantina, la soffitta, un ripostiglio degli attrezzi). A volte c'è una traccia di sangue che porta fino al suo nascondiglio. Altre volte riesce a fuggire, ma la polizia lo rintraccia presso un pronto soccorso.
Una particolare variante fa prendere alla storia una piega diversa. In sostanza è un marito che, rientrando in un orario imprevisto a casa, trova il cane in camera da letto con la moglie presente. Vede il cane che abbaia e che tiene in bocca qualcosa di insanguinato. Alcune tracce di sangue portano l'uomo a guardare sotto il letto, dove trova l'amante della donna, aggredito dal cane durante un loro amplesso adulterino.

Commenti

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in