Tre uomini, un bebè ed un fantasma

scritto da alessandro il 5 settembre 2006 Commenti 0 Cinema e Televisione

La leggenda vuole che l’immagine evanescente di un ragazzo morto nell’appartamento usato per girare il film Tre Uomini e un Bebé compare in alcune scene del film. L’immagine inusuale appare ad una finestra quando Jack Holden (Ted Danson) e sua madre (Celeste Holm) stanno camminando nella casa che Jack divide con i suoi due amici.

Quando La signora Holden gioca con la bambina lasciata nelle cure dei tre maldestri ma simpatici protagonisti, una figura umana si intravede da dietro le tende di una finestra in secondo piano, sulla sinistra dello schermo. La leggenda prese campo velocemente, e persistette per vari anni. La forma più comune della storia riguarda un ragazzo di 9 anni che si suicidò con la pistola del padre nella casa usata per il film. Tale dettaglio venne ispirato dal contorno frastagliato della figura all’altezza della testa, e dal fatto fatto che le ombre formano la sagoma di una pistola. Altre variazioni riguardano la madre del fantasma. Si sarebbe opposta alla produzione del film, avrebbe riconosciuto il figlio nelle vesti funerarie, e sarebbe poi impazzita alla sua visione…

Come al solito, la verità è molto meno fantasiosa. Il personaggio di Ted Danson, nella versione iniziale, avrebbe dovuto fare in una scena una pubblicità a un prodotto per cani, usando un cartonato che lo ritraeva. Tale scena venne poi tagliata nella versione finale del film, eliminando così ogni riferimento alla figura sagomata. Infatti, la sagoma ritorna più di una volta nel corso del film. Ted Danson si trova proprio vicino a questa quando la madre della bambina torna a reclamarla; la figura era stata lasciata accidentalmente vicino alla finestra sul set.

Tags:

Commenti

Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in