San Giorgio e il Drago

scritto da alessandro il 9 settembre 2006 Commenti 1 Creature Leggendarie

Il più famoso uccisore di draghi è sicuramente San Giorgio, santo protettore dell'Inghilterra, immortalato anche dallo splendido dipinto di Paolo Uccello.
Della sua vita si sa ben poco, originario della Palestina, fu ucciso durante le persecuzioni di Diocleziano intorno al 287 d.C.
Nel XII secolo, importata dai Crociati, cominciò a circolare la leggenda secondo la quale San Giorgio, giunto a Silene (Libia), avrebbe ucciso un drago in procinto di divorare una principessa legata ad uno scoglio. Giorgio diventò l'uccisore di draghi per eccellenza, e fu adottato come patrono inglese da Edoardo III intorno al 1348.

Ci sono anche altre versioni, però, come quella narrata nel "Liber Notitiae Sanctorum Mediolanii". Essa racconta invece che San Giorgio avrebbe vissuto in Brianza. Un drago imperversava da Erba fino in Valassina, facendo strage tra le greggi. Quando ebbe divorato tutti gli animali, la gente di Cravenna cominciò a offrirgli come cibo i giovani del villaggio, di volta in volta estratti a sorte. Capito però che anche la principessa Cleodolinda di Morchiuso diventò una vittima, e fu legata presso una pianta di Sambuco. San Giorgio arrivò in suo soccorso e offrì dei dolci al drago per addolcirlo. Il drago seguì San Giorgio fino al villaggio, dove il Santo lo decapitò con un sol colpo. In ricordo di quell'evento, ancora oggi il 24 aprile, giorno di San Giorgio, in Brianza si preparano i "Pan meitt de San Giorg", dolci di farina gialla e bianca, latte, burro e fiori, essiccati di sambuco.
Per questo il grande San Giorgio, patrono dell'Inghilterra, dei soldati, degli Scouts e di Ferrara, è anche protettore dei lattai lombardi, che usavano tenere un altarino in suo onore nel negozio.

Commenti

federica
18/10/2011 13:52:30
nn è una legenda , ma è le parti più significative della biografia di un tizio
Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in