Stairway to Heaven: inno a Satana?

scritto da alessandro il 5 settembre 2009 Commenti 4 Musica

«Talvolta le parole hanno due significati», così recita un verso di quella che è forse la canzone più nota dei Led Zeppelin: “Stairway to Heaven”. Tale canzone è un continuo fiorire di dicerie, e leggende, data la sua complessita sia nella costruzione musicale che in quella del testo. La voce più persistente, è che sotto quell'immagine che richiama un'ascesa al Paradiso, si nasconde in verità un vertiginoso sprofondare verso il Maligno.
I Led Zeppelin, a ragione tra i Padri del Rock, non sono nuovi a dicerie e leggende, il voluto alone di mistero e magia che si sono sempre trascinati li ha resi sorta di creature metafisiche, al confine tra il bene e il male, tra il sogno e la realtà. Il loro interesse per l'occulto poi non è mai stato mascherato, basti pensare che il chitarrista Jimmi Page, oltre ad essere un seguace di Aleister Crowley, uno dei più famosi satanisti moderni, è anche proprietario di una famosa libreria londinese specializzata in testi esoterici ed occulti.

Consideriamo poi che il panorama storico-musicale dove si vanno a inserire, è un clima musicale denso di sperimentazione e di ribellione. E soprattutto, in questi anni si sperimentano per la prima volta i cosiddetti messaggi sulbiminali o nascosti. Essi sarebbero principalmente di tre tipi: i messaggi registrati al contrario che se ascoltati normalmente danno l'idea di rumori o farfugliamento di parole, ci sono poi i messaggi bifronti, ovvero messagi che sia al dritto che al rovescio hanno un significato; ci sono i messaggi registrati normalmente ma rallentati o velocizzati in modo da non essere subito riconoscibili, e quelli sussurrati e sono appena percettibili.
L’inserimento di messaggi nascosti non è una prerogativa, come alcuni potrebbero pensare di un particolare genere musicale, bensì è patrimonio comune del universo del rock, in tutte le sue più svariate sfaccettature. Diciamo anche che oramai questo pratica è stata talmente usata e abusata da tantissimi artisti, da risultare oramai, soprattutto per certi generi musicali, quasi scontata.

Tornando ai messaggi nascosti, la canzone in questione contiene diversi messaggi bifronti. Uno dei primi si trova nella seconda strofa, dove "there's a feeling I get" , se ascoltato al contrario, diventa «I've got to live for Satan» («Devo vivere per Satana»!) .

"There's a feeling I get" [MP3 File, 184 Kb] - mu_005a.mp3 (183,39 kb)
Messaggio: "I've got to live for Satan" [MP3 File, 114 Kb] - mu_005b.mp3 (113,59 kb)

Proseguendo nella canzone, ci imbattiamo ancora in un'altro messaggio sempre di carattere satanico, ma stavolta molto più lungo. La strofa in questione: «It's just a spring clean for the May-queen\ Yes, there are two paths you can go by\ But in the long run\ There's still time to change the road you're on» . Al contrario diventa: «Here's my sweet Satan, the one whose little path, won't make me sad, whose power is Satan. He will give the growth giving you six-six-six» («Ecco il mio dolce Satana, la cui piccola via non mi renderà triste, e il cui potere è Satana. Egli darà il progresso dandoti il sei-sei-sei»).

"It's a spring clean for the May-Queen..." [MP3 File, 341 Kb] - mu_005c.mp3 (340,13 kb)
Messaggio: "Here's my sweet Satan, the only one whose..." [MP3 file, 294 Kb] - mu_005d.mp3 (293,59 kb)

"There's still Time" diventa "Here's my sweet Satan" [MP3 File, 143 Kb] - mu_005e.mp3 (142,57 kb)
"It's just a spring" diventa "Six Six Six" [MP3 file, 102 Kb] - mu_005f.mp3 (101,76 kb)

I Led Zeppelin in ogni caso non sono estranei ai messaggi nascosti nelle loro canzoni, cito per tutte un altro messaggio bifronte che si trova nel brano “Over the hills and for away” dall’LP “The house of the holy”, nella strofa «Many is word\ That only leaves you gessing\ Gessing 'bout a thing\ You really ought to know\ You really ought to know». In essa la voce rovesciata di Robert Plant grida «We 're not really rich. It's all for Satan. Yes, Satan's really Lord. Yes, we'll always stay in him» («Noi non siamo veramente ricchi. Tutto è per Satana. Si, Satana è il vero signore. Noi resteremo sempre in lui.»).

"Many is the word / that only leaves you gessing ..." [MP3 File, 315 Kb] - mu_005g.mp3 (314,00 kb)
Messaggio: "We're not really rich. It's all for Satan..."  [MP3 File, 297 Kb] - mu_005h.mp3 (296,45 kb)

Commenti

01/11/2010 18:01:28
A parer mio l'unica cosa misteriosa è la quantità di tempo che hanno impiegato affinché la registrazione al contrario fosse comprensibile. Da notare inoltre che la seconda strofa al contrario è la risposta alla domanda contenuta nella versione liscia. Un'ultima cosa: nel satanismo di Crowley, che andava per la maggiore durante gli anni '60, Satana era solo una metafora dell' ateismo magico. Insomma, la magia secondo loro esisterebbe, non però Satana o Dio. Proprio per questo, la successiva chiesa di satana ha estremizzato questi concetti: durante i rituali difatti i celebranti alle volte si vestivano persino da diavoletti proprio per enfatizzare la loro messinscena.
Chris
01/12/2010 21:04:04
L'unica cosa incredibile è la quantità di tempo che è stato sprecato per trovare questi falsi messaggi, che all'ascolto sono tutt'altro che lampanti. Certo ascoltando la canzone al rovescio dopo aver letto i presunti "messaggi" già si è condizionati dal fenomelo della pareidolia acustica.  Ed infatti non c'è alcun messaggio se non quelli generati dalla pareidolia di chi si è applicato tante ore ad ascoltare e riascoltare al rovescio.
paolo
06/01/2012 16:19:58
scusatemi, ma informandosi bene, crowley non fondò il satanismo...furono poi degli esaltati che travisarono i suoi dipinti e scritti come la nascita di un nuovo culto dedicato al famoso "corna e coda". C. dette comunque una base di forte impatto per quello che ora è l'ateismo.
04/08/2012 11:36:49
@ CHRIS: smettila di dire castronate ed una un po di metodo scientifico, per realizzare quei messaggi bifronti ci vogliono ore di studio in sala di registrazione....... altro che i tuoi ascolti condizionatori....
Commenti chiusi
Seguici via RSS


RecentComments

Ultimi Commenti
Comment RSS
Login
Accedi
 
 
Log in